Leonardo da Vinci: Differenze 'mbrà revisiune

25 byte aggiunde ,  12 anni fa
(→‎Le studie de anatomije: 2 c.t. + didascalia)
[[File:Studies of the Arm showing the Movements made by the Biceps.jpg|thumb|right|180px|Movimende d'u vrazze]]
 
LeonardoLeonarde fuha ilstate primo'u prime a rappresentarerappresendà l'internoinderne deld'u corpocuerpe umanoumane concu una'na serie dide disegnidisegne; sise trattavatrattave anchepure dide un'nu modomode deltutte tuttonuève nuovo perpe "guardareuardà dentrojndre" il'u corpocuerpe, rompendoscuascianne tra l'altrootre, antichiandiche tabùtabbù. SonoSonde centinaiacendinaie ile disegnidisegne conservaticonzervate oggiosce ala castellodie dia 'u castelle de [[WindsorWondsor]] e dide proprietà dellad'a reginareggine d'InghilterraInghilterre, checa visualizzanofanne quellovedè chequidde primaca eraapprime soltantoere descrittosulamende descritte a parole e injndr'à 'nu modomode pocopicche chiarochiare. ScrisseScrevìe Leonardo: «Con quali lettere descriverai questo core, che tu non empia un libro, e quanto più lungamente scriverai alla minuta, tanto più confonderai la mente dello uditore, e sempre avrai bisogno di sponitori o di ritornare alla sperienzia, la quale in voi è brevissima e dà notizie di poche cose rispetto al tutto del subbietto di che desideri integrar notizia». <ref>QuadernoQuaderne d'anatomiade anatomije II 1 r</ref>
 
Leonardo inventò l'illustrazione anatomica. Non solo, inventò anche un modo di illustrare che ancora oggi viene usato dai moderni disegnatori, la cosiddetta "immagine esplosa": un esempio si ha guardando come Leonardo rappresentava una testa sezionata, disegnando il cranio e il cervello in sequenza in modo da mostrare come entrano l'uno dentro l'altro. Studiò le ossa, i muscoli, le arterie, le vene, i capillari; riuscì a capire le alterazioni senili e persino ad intuire l'[[arteriosclerosi]]. Gli sfuggì invece il ruolo del [[cuore]], studiato a Roma fino al [[1513]]: «Tutte le vene e arterie nascano dal core, e la ragione è che la maggiore grossezza che si trovi in esse vene e arterie è nella congiunzione che esse hanno col core, e quanto più se removano dal core, più si assottigliano e si dividano in più minute ramificazioni» <ref>Anatomia B 11 r</ref> e questa convinzione gli deriva dall'analogia con le piante, le quali hanno le radici nella loro parte inferiore ingrossata: «è manifesto che tutta la pianta ha origine da tale grossezza, e per conseguenza le vene hanno origine dal core, dov'è la lor maggior grossezza» <ref>ibidem</ref>
Utende anonime